facebook_pixel

Occupazione Giovani

L’Incentivo Occupazione Giovani favorisce le assunzioni dei giovani 16-29enni non occupati e non impegnati in percorsi di istruzione o formazione (NEET), che hanno aderito al programma Garanzia Giovani.

Occupazione Giovani è il nuovo incentivo statale ideato per incrementare l’accesso dei giovani al mondo del lavoro riducendo la disoccupazione. Rientra tra le politiche attive del lavoro e, oltre ad offrire un percorso d’assistenza ai neet, ne favorisce l’impiego garantendo alle aziende sgravi e incentivi fiscali e contributivi.

COSA PREVEDONO GLI INCENTIVI OCCUPAZIONE

L’agevolazione spetta a giovani di età compresa tra i 25 e i 29 anni di età che:

  • siano privi di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi;
  • non siano in possesso di un diploma di istruzione secondaria di secondo grado o di una qualifica o diploma di istruzione e formazione professionale;
  • abbiano completato la formazione a tempo pieno da non più di 2 anni e non abbiano ancora ottenuto il primo impiego regolarmente retribuito

In caso di accesso all’incentivo sono ritenuti validi contratti a tempo indeterminato, anche in somministrazione; contratti di apprendistato professionalizzante e contratti a tempo determinato, anche in somministrazione, la cui durata sia inizialmente prevista per un periodo pari o superiore a 6 mesi

COSA PROPONIAMO

Accedere al programma attraverso l’Agenzia per il lavoro Fmts garantisce:

  • Un percorso di orientamento professionale volto alla maggiore spendibilità delle competenze formali e informali
  • Un tutor dedicato che segue il candidato dalla presa in carico alla specializzazione delle competenze, fino all’inserimento o reinserimento nel mondo del lavoro
  • Prenotazione effettuata in suo favore

L’incentivo potrà essere fruito esclusivamente tramite conguaglio nelle denunce contributive mensilmente trasmesse dalle aziende all’Istituto previdenziale. Inoltre, la fruizione dovrà essere completata, a pena di decadenza, entro il termine del 28 febbraio 2019.

L’incentivo verrà autorizzato dall’Inps secondo l’ordine cronologico di presentazione dell’istanza preliminare e sulla base della valutazione ex ante del costo legato ad ogni assunzione agevolata, nei limiti delle risorse disponibili.

Qualora, al momento dell’istanza preliminare di ammissione all’incentivo il giovane non sia stato ancora preso in carico dalla struttura competente, il Ministero del Lavoro interesserà prontamente la Regione di adesione ovvero, in caso di scelta plurima, quella ove ha sede il posto di lavoro; la Regione in tal modo individuata procederà, nei successivi 15 giorni, alla presa in carico. Decorsi inutilmente i 15 giorni il Ministero del Lavoro procederà alla presa in carico centralizzata acquisendo le informazioni mancanti mediante autodichiarazione del giovane.

Il carrello è vuoto