L’azienda ideale, tra produttività, benefit e successo

News-Sito_-azienda-ideale

Molto spesso la produttività aziendale deriva anche dal benessere stesso dei dipendenti di un’azienda. La risposta alla domanda “come far crescere un’azienda?” può essere molto semplice e allo stesso modo complessa.

L’azienda ideale è quella dove ci si sente liberi di essere felici.

Questo il pensiero di un instancabile e appassionato lavoratore della nostra azienda, Formamentis. Abbiamo deciso in questo articolo di ascoltare loro. Tutti i dipendenti che ogni giorni lavorano per dare un servizio migliore, lavorano con un obiettivo comune, lavorano per passione.

Non sempre i dipendenti di un’azienda vivono al meglio, vediamo spesso fenomeni di mobbing, episodi di stress da lavoro correlato ad un ambiente di lavoro. Tante grandi aziende, come l’italiana “Olivetti”, hanno fatto del benessere dei propri dipendenti il proprio vanto e successo.

Come far crescere un’azienda

Abbiamo chiesto ai nostri colleghi, collaboratori, dipendenti Formamentis, qual è l’azienda ideale. Le risposte sono state ironiche e serie. Alcuni hanno toccato temi che riguardano ogni azienda italiana.

L’azienda ideale è un luogo dove la mattina hai voglia di andare, dove c’è molto caffè e non hai voglia di ritrovarti infelice alle nove del mattino, con la voglia di capovolgere una tastiera, una scrivania, e ripartire da zero.

Questo il pensiero di Fabrizio, un giovane che collabora da circa 4 anni con Formamentis.

Oltre al caffè, al sorriso che non manca mai, alla voglia di chiarezza, alle poche polemiche inutili, alla tranquillità che spesso ogni lavoratore chiede, sono stati toccati temi importanti, come la maternità e la volontà di agevolare lo sport in azienda.

 

Perché fare sport in azienda?

Sport e azienda. Cosa hanno in comune? Tanto. A sollevare il problema e la necessità di incentivare lo sport in azienda è stata Federica, una nostra collaboratrice.

Personalmente l’azienda ideale è quella che punta ad incentivare lo sport per i propri dipendenti. È risaputo che lo sport aumenta il benessere fisico e mentale, allevia lo stress e le tensioni, e questo significa rendere di più per poter lavorare meglio. Inoltre, è un momento di condivisione tra colleghi, un momento per stare insieme, unirsi, e collaborare al meglio. Incentiverei lo sport, creerei più corsi interni di team building. Stare insieme alle volte, significare fare insieme.

Non importa calcolarsi le ore di lavoro, rispondere a domande sul perché i propri dipendenti decidono di cambiare lavoro. Trovarsi spesso con posizioni lavorative aperte significa che qualcosa all’interno dell’azienda non funziona come dovrebbe. Questi pensieri si sposano spesso con tanti altri lavoratori, come quello di Antonio:

L’azienda che vorrei dovrebbe perseguire il profitto non solo economico, ma anche sociale e intellettuale.

 

L’asilo nido aziendale

È un tema che non riguarda più solo le donne, ma anche gli uomini che si trovano a crescere da soli i propri figli o che hanno una compagna che lavora assiduamente. L’asilo nido aziendale è una proposta avanzata negli ultimi tempi specialmente a Milano, ma che piano piano sta trovando riscontro in diverse zone del Bel Paese.

Le donne che lavorano sono sempre di più e per quanto sia vero che una donna è multitasking, alle volte, conciliare ritmi intensi di lavoro e figli, non è una passeggiata. Per questo introdurre l’asilo nido all’intero dell’azienda, nei suoi pressi, o creare convenzioni e promozioni con altri asili nidi, potrebbe incentivare il benessere e l’attenzione dei dipendenti.

A parlarcene è stata Lucianna:

Credo che sia giusto incentivare la maternità, aiutando e sostenendo le mamme lavoratrici, creando un asilo nido interno o al massimo convenzioni, e gestire gli orari in maniera più flessibile. Penso che l’azienda ideale sia quella che rispetta le esigenze dei propri dipendenti, perché tutto parte da noi, se un dipendente vive in condizioni di benessere anche l’azienda avrà un riscontro positivo.

Dunque, abbiamo capito che: il caffè deve esserci sempre e preferibilmente deve essere buono; la tranquillità è importante, il rispetto è alla base. Ogni dipendente può essere unico o sostituibile, quello che è certo è che un dipendente felice rende l’azienda migliore.

Etichette

ARTICOLI CORRELATI