Carta blu UE per lavoratori stranieri: FAQ

News-Sito_carta_blu

La Carta blu UE per i lavoratori stranieri è il Permesso di Soggiorno rilasciato ai cittadini stranieri che vivono in un paese dell’Unione Europea e che hanno le qualifiche necessarie per poter lavorare all’estero e firmare un contratto di lavoro.

Grazie all’esistenza della carta blu, ogni cittadino straniero che vive da almeno un anno all’interno dell’UE, rientra nella classificazione delle qualifiche professionali Istat e può essere regolarmente assunto da un’azienda del paese ospitante.

In questa FAQ cercheremo di rispondere alle domande più frequenti su questo argomento e spiegare che cos’è e come funziona la carta blu per stranieri in Italia.

 

La Carta Blu UE è un nuovo permesso di soggiorno?

La carta blu UE viene richiesta dai cittadini stranieri che hanno intenzione di lavorare in uno dei paesi dell’Unione Europea. Tali cittadini stranieri, nel momento della richiesta, devono certificare di essere altamente qualificati al tipo di lavoro che vorranno svolgere in Europa.

In Italia così come in altri paesi europei c’è un grande problema che è quello dell’immigrazione, soprattutto clandestina. Il problema principale è la gestione dei migranti e l’inserimento sociale e o in contesti lavorativi. Appunto per questo nasce l’esigenza della carta blu, seguendo l‘art 27 Testo Unico, lo statuto dei lavoratori. Come da istruzioni dal Ministero dell’Interno, la Carta blu da la possibilità al cittadino extracomunitario di restare su un territorio da tre mesi a quattro anni, che possono essere poi rinnovabili.

Chi può richiedere la Carta Blu

Possono richiedere la Carta blu tutti i cittadini extracomunitari che soggiornano regolarmente sul territorio nazionale.

Non possono richiedere la Carta blu gli stranieri extracomunitari che sono in Italia o in qualsiasi altro paese comunitario con permessi di soggiorno diversi da quelli del semplice lavoratore qualificato; coloro che lavorano a nero o svolgono lavori stagionali, lavoratori entrati o già fuori la quota ai sensi dell’art. 27.

Come fare domanda per la Carta Blu

La domanda per il rilascio della Carta blu va presentata allo sportello unico per l’immigrazione della Prefettura, online. Il permesso sarà poi rilasciato entro 90 giorni dalla domanda.

Documenti necessari per ottenere la Carta Blu

Il cittadino straniero al momento della domanda dovrà essere in possesso di un titolo d’istruzione, di un contratto di lavoro nel paese ospitante (della durata minima di un anno) e l’indicazione da parte del datore dello stipendio annuale lordo.

È possibile chiedere il rinnovo della Carta Blu UE?

La risposta è sì. Scaduti i quattro anni della Carta Blu, se il cittadino extracomunitario ha intenzione di continuare a lavorare in Italia, o in qualsiasi altro paese, può richiedere il rinnovo del permesso di lavoro. Inoltre, il cittadino extracomunitario potrà presentare la richiesta di cittadinanza, nel momento in cui siano trascorsi 10 anni di residenza legale in Italia.

Etichette

ARTICOLI CORRELATI