Come scrivere un curriculum in inglese e trovare lavoro all’estero

News-Sito_CV

Vuoi fare un’esperienza di lavoro all’estero? Ottima idea! Ma prima di tutto è fondamentale scrivere un curriculum vitae in inglese efficace. Ecco quindi la nostra guida per capire come fare un CV in inglese e quali sono le principali differenze rispetto a un CV in italiano.

Curriculum in inglese, un biglietto di sola andata!

Disporre di un buon curriculum in inglese è fondamentale quando si vuole intraprendere una carriera lavorativa in un Paese estero. Scrivere un CV in inglese non è cosa facile, vediamo dunque in questa guida, come scrivere un CV in inglese e quali possono essere quegli accorgimenti che ci permettono di presentare un curriculum altamente professionale:

  • innanzitutto, a meno che non siate davvero esperti di lingua inglese, non provate a cimentarvi nella traduzione o, peggio ancora, ad utilizzare traduttori online. È fondamentale, a prescindere dalla finalità (studio o lavoro) che il cv sia presentabile per contenuti e forma. Una presentazione adeguata e professionale darà maggiori possibilità al candidato di poter accedere al posto tanto ambito. Oltre, quindi, ad una traduzione corretta è anche necessaria una presentazione che sia all’altezza degli standard richiesti. Quando, poi, ha come finalità una candidatura Erasmus l’attenzione alla forma e alla traduzione deve essere di primaria importanza, dato che la conoscenza di una lingua straniera è uno dei requisiti base per poter presentare la propria candidatura;
  • secondo accorgimento da tener presente è che nel Regno Unito il Curriculum vitae europeo non esiste quindi, presentarne uno in quel formato, significherebbe autoescludersi. Solitamente il bando Erasmus Plus, per cui ci si candida, offre sempre dei modelli di curriculum vitae da scaricare gratuitamente e a cui bisognerebbe attenersi;
  • terzo accorgimento a cui prestare attenzione, oltre alla forma, è l’utilizzo di un linguaggio adeguato. Va, infatti, preferito un linguaggio formale rispetto al comune linguaggio parlato, assolutamente non indicato nei documenti formali. Bisogna, in poche parole, evitare abbreviazioni, termini di carattere colloquiale, ecc., ricercando sempre precisione e correttezza linguistica.

Differenze tra CV in inglese e in italiano

Se dobbiamo inviare un curriculum vitae in Gran Bretagna siamo costretti a tener conto di una metodologia totalmente diversa. Il cv vitae nel Regno Unito, infatti, presenta non poche differenze rispetto a quello nostrano. Gli elementi da tener presente sono:

  • assenza di foto;
  • i dati personali (fatta eccezione di nome, cognome e recapiti) vengono ritenuti dati sensibili e, dunque, non indispensabili;
  • dovrà essere formato da pochissime pagine, in quanto l’essere concisi è una prerogativa indispensabile;
  • bisogna puntare tutto sugli Achievements, ovvero gli obiettivi importanti che si sono raggiunti nella propria carriera lavorativa o scolastica/ universitaria;
  • di non minor importanza è il Profile Statement, una breve introduzione che servirà per farsi conoscere;
  • ulteriore accorgimento è l’utilizzo delle keywords (parole chiavi), sempre molto apprezzate.