Leadership: che cos’è e come svilupparla

News-Sito_leadership

Come sviluppare la leadership? Di sicuro non è cosa facile! Sicuramente una predisposizione caratteriale e un forte carisma sono caratteristiche indispensabili per diventare un leader, ma non è tutto. Seguire corsi di formazione e tenersi in costante aggiornamento è una prerogativa indispensabile per sviluppare una leadership di successo.

Leadership significato

Quando parliamo di leadership parliamo della capacità di un individuo di guidare un gruppo di persone che generalmente sono suoi dipendenti o di cui ne è responsabile. Il termine leadership deriva dalla parola inglese to lead che significa appunto dirigere.

Come sviluppare leadership? Quali sono le caratteristiche di un leader? Sono queste le domande che ci si pone quando si vuole diventare leader di successo.

Come diventare un leader

Come diventare un leader? Leader si nasce o si diventa?

Sicuramente la predisposizione ad essere leader è un qualcosa di innato. Generalmente avere un carattere che è predisposto al lavoro di squadra aiuta, ma questa non può essere l’unica caratteristica. La predisposizione dovrà essere, poi, affiancata da una formazione e da una crescita persona e professionale. Il sentirsi già completi e pensare che non è necessario formarsi, non fa parte delle caratteristiche che contraddistinguono un vero leader.

Un vero leader ha sete di conoscenza, è sempre alla scoperta di novità e di nuove idee. Puntare, quindi, su corsi di formazione sulla leadership è necessario per essere un leader di successo.

Leader aziendale

La figura di un leader aziendale non è rappresentata soltanto in colui che incita i suoi dipendenti per il raggiungimento degli obiettivi, ma è anche quella che riesce:

  • a gestire la qualità della vita lavorativa,
  • il saper individuare i punti di forza del team e di conseguenza organizzare il lavoro in base a questi,
  • un atteggiamento propositivo verso i propri collaboratori aiuterà l’intero team a dare il meglio,
  • condividere le proprie conoscenze per formare nuovi leader.

All’interno di un’azienda, infatti, la presenza di un solo leader non è sufficiente. Avere più persone che mettono a frutto le loro conoscenze e il loro carisma portano ad un lavoro di squadra e a un lavoro di leadership che porterà a dei risultati nettamente superiori.

Differenza tra capo e leader

Si tende spesso a pensare, erroneamente, che il capo e il leader di un gruppo siano la stessa persona. Ma non è così. Esiste infatti una netta differenza tra capo e leader.

Da quando la figura del leader è entrata a far parte del mondo lavorativo, si sono iniziate anche a delineare quelle differenze fra i due modi di gestione del team. Nell’immaginario di tutti le due figure vengono distinte in maniera quasi automatica.

La figura di un capo riposta, nella nostra mente, una persona burbera o che comunque predilige il suo essere autoritario, incutendo una forma quasi di “terrore” nei suoi dipendenti. La figura del leader viene, invece, affiancata ad una figura carismatica e con una propensione al lavoro di squadra.

L’utilizzo del noi a discapito dell’io, il mettersi in gioco con il proprio team, il confrontarsi e il generare entusiasmo sono solo alcuni degli approcci che un leader deve avere per guidare un gruppo di successo.

Etichette

ARTICOLI CORRELATI