Competenze trasversali e lavoro: le 5 skill per avere successo

Competenze_trasversali

Le competenze trasversali, o soft skill, rappresentano abilità di carattere generale che una persona deve possedere per poter gestire in maniera autonoma ed efficace diverse situazioni personali e lavorative.

Infatti, quando si parla di competenze trasversali, spesso si fa riferimento alle skill di cui è necessario dotarsi per affrontare un mercato del lavoro sempre più globale e interdipendente nel quale compaiono ogni giorno nuove posizioni lavorative, compiti sempre più variegati e complessi e orari di lavoro sempre più flessibili.

In realtà, parlare di soft skills vuol dire molto di più. Le competenze trasversali non sono importanti solo in ambito professionale, piuttosto rappresentano un aspetto fondamentale del processo di costruzione del sé e dello sviluppo di comportamenti e atteggiamenti che consentono di affrontare problemi, pressioni e stress della vita quotidiana. Naturalmente, tutto questo conduce alla realizzazione delle proprie aspirazioni e, nello specifico, consente agli individui che le possiedono di raggiungere il successo.

 

La classificazione delle competenze trasversali

Prima di identificare le soft skill utili a raggiungere il successo, è necessario comprendere le diverse tipologie di competenze trasversali.

Dunque, le competenze trasversali possono essere raggruppate in 4 grandi aree, nello specifico:

  1. competenze comunicative
  2. competenze cognitive/intellettuali
  3. competenze professionali manageriali e di gestione
  4. competenze di efficacia

 

Competenze comunicative

Le competenze comunicative rappresentano la capacità di comunicare efficacemente e di instaurare relazioni positive di collaborazione con interlocutori differenti, grazie alla comprensione delle caratteristiche specifiche dell’altro, del contesto e della relazione in cui avviene la comunicazione. Possedere competenze comunicative significa innanzitutto essere empatici, porsi le domande giuste, avere la propensione a risolvere i conflitti negoziando, senza, naturalmente inasprire le situazioni, avere capacità di ascolto e saper utilizzare efficacemente il linguaggio del corpo per rendere le proprie comunicazioni più efficaci.
Tra le competenze trasversali in ambito comunicativo figurano anche la capacità di parlare in pubblico e mostrarsi sicuri di sé, essere in grado di valorizzare gli altri ed essere sempre di ispirazione con le proprie idee, essere sinceri, senza tuttavia sembrare brutali, ma soprattutto instaurare legami di fiducia con i propri interlocutori con le proprie doti comunicative.

Competenze cognitive/intellettuali

Le competenze trasversali di tipo cognitivo afferiscono alla sfera del ragionamento e dell’intelletto. Essere problem solving, avere una mentalità aperta e flessibile, pensare in maniera critica e, soprattutto, essere in grado di analizzare le situazioni ed elaborare soluzioni, sono tutte competenze necessarie per chiunque aspiri a diventare un leader di successo.

 

Competenze manageriali

La macro area delle competenze manageriali racchiude tutte le skill che consentono ad un individuo di diventare un leader. Dunque, in particolare, leadership, capacità di interazione e di porsi come punto di riferimento all’interno di un gruppo, un influencer in grado di produrre effetti oggettivamente riconosciuti come positivi su tutto il contesto. Per diventare un buon manager occorre anche avere visione strategica, capacità di pianificazione e di analisi, oltre a buone doti comunicative, che rientrano nelle competenze trasversali comunicative.

Competenze di efficacia personale

Infine, ma non per importanza, le competenze di efficacia personale, particolarmente utili per gestire le proprie emozioni ed essere in grado di trasmettere serenità, padronanza di sé, dunque, armonia, soprattutto nei contesti professionali.

Come acquisire le competenze trasversali

L’argomento sarà il focus di A me è successo uno degli eventi formativi più importanti dell’anno, durante il quale verranno fornite risposte e consigli a chi vuole migliorarsi e crescere professionalmente e poiché non esiste risposta più adeguata di un esempio concreto, scoprirete quali sono e come acquisire le competenze trasversali per il successo direttamente dalla voce dei noti personaggi che interverranno, che racconteranno qual è stato il loro percorso per raggiungere il successo.

L’evento si terrà a Roma il 30 novembre 2017. Per maggiori dettagli sul corso di formazione della durata di una giornata, visita la pagina dedicata all’evento sul nostro sito web oppure compila il form di contatto.

Il sottoscritto, dopo aver acquisito e dato attenta lettura a in forma scritta a tutte le informazioni previste dall'articolo 13 del REG EU 679/16, barrando la casella qui riportata, esprime il pieno consenso al trattamento dei propri dati personali da parte di Formamentis S.r.l. nella qualità di Titolare del Trattamento dei dati ai fini della gestione ed erogazione dei servizi forniti. A tal fine si renderà necessario estendere il consenso a che i dati personali siano comunicati a professionisti esterni per le finalità amministrative, gestionali, organizzative, contabili, fiscali e del lavoro.

5 soft skill per raggiungere il successo

Il successo, inteso come realizzazione di sé, può essere raggiunto solo se si possiedono competenze trasversali in questi 4 ambiti. Sarebbe ottimale possedere tutte le competenze trasversali elencate, ma, possiamo affermare che, a seconda dei propri obiettivi, occorre puntare su determinate skill piuttosto che su altre.

Le 5 competenze trasversali più importanti per il successo sono sicuramente:

  • motivazione
  • leadership
  • autostima
  • gestione emotiva
  • capacità di comunicazione

Insieme, queste 5 skills racchiudono l’essenza di ciascuna delle macro aree a cui appartengono e da sole, sono in grado di decretare il successo dell’individuo che le possiede.

Il motivo è molto semplice. I processi che quotidianamente ci troviamo ad affrontare sono costituiti da 4 passaggi fondamentali: l’analisi dell’ambiente fisico e sociale che ci circonda (fase cognitiva), la relazione con l’ambiente sociale nel quale siamo immersi (fase comunicativa), la gestione del proprio ruolo e della propria personalità (fase manageriale e di efficacia).

Il grado di padronanza con cui il soggetto gestisce le competenze necessarie ad affrontare ciascuna di queste fasi determina le possibilità di sviluppo delle sue risorse e, dunque, il suo successo.

Insomma, sicuramente è innato il possesso di determinate competenze trasversali, ma è altrettanto vero,che è possibile acquisirle attraverso la formazione.

Etichette

ARTICOLI CORRELATI