Cosa sono le competenze digitali e dove inserirle nel CV

News-Sito_Competenze-digitali

Cosa sono le competenze digitali? Una domanda che sembra semplice, ma non lo è. A darne conferma è stato proprio il report della Commissione Europea sulle competenze digitali che rileva che una buona parte della popolazione europea non ha alcun tipo di competenza in merito, al punto di non saper utilizzare internet. In questo articolo, cercheremo di spiegare quali sono le competenze digitali e quali competenze vanno inserite nel curriculum vitae.

 

Cosa sono le competenze digitali?

Partiamo dal presupposto che, negli ultimi 10 anni, internet ha iniziato a far parte delle nostre vite, fino a diventare lavoro e quotidianità. Ad oggi possiamo parlare di due generazioni opposte: i nativi digitali, che sono nati a cavallo con l’avvento di internet e lo usano sin da piccoli e i migranti digitali, compresi nella fascia d’età che va dai 30 ai 50 anni, e si sono dovuti adeguare ad internet, per rimanere “a galla”.

Ora, se parliamo di competenze digitali, ci riferiamo a tutte quelle competenze trasversali e skills che riguardano l’uso di innovazioni digitali; l’uso di tutte quelle tecnologie nuove impiegate nel lavoro e nella vita di ogni giorno.

Ad esempio, secondo un report dell’Unioncamere in collaborazione con il Ministero del Lavoro, le aziende private e pubbliche tendono ad assumere persone “innovative”. I nativi digitali hanno sicuramente una marcia in più, rispetto ai migranti digitali. Sin dalla nascita sono a contatto con tecnologie, studiano attraverso il computer ed hanno una propensione diversa. E’ stato stimato che in Italia, in circa 10 anni (dal 2015 al 2015) saranno investiti fondi e finanziamenti per corsi di formazioni sulle competenze digitali. Oggi tanti lavori che prima si svolgevano con l’aiuto del personale, non esistono più: le macchine svolgono il lavoro al posto nostro. Questo non significa che i robot ci rubano il lavoro o meno lavoro per tutti, a che tanti altri lavori si andranno a sostituire e nuovi lavori nasceranno tramite la tecnologia.

In quale parte del CV inserire le competenze digitali

Risulta chiaro quindi che le competenze digitali sono una tipologia di soft skills e pertanto la sezione del curriculum vitae in cui dovrebbero essere inserite potrebbe essere proprio quella dedicata alle competenze trasversali di tipo tecnico.

Nel CV modello europeo, in particolare, esiste una sezione dedicata proprio alle competenze tecniche, in cui inserire l’elenco degli strumenti e delle piattaforme conosciute e utilizzate. Compilare questa sezione è fondamentale, soprattutto se si cerca lavoro nel settore del Web Marketing, Digitale e delle nuove tecnologie.

competenze digitali curriculum europeo

Autovalutazione delle competenze digitali

Il “DigComp” è il quadro europeo delle competenze digitali creato dall’Unione per monitorare e migliorare le competenze digitali dei cittadini che ne fanno parte. Migliorare tali competenze è necessario per le aziende e per guardare al meglio al futuro. Grazie a questo modello, si può effettuare una autovalutazione delle competenze digitali e capire quali sono le lacune e quali i punti di forza in questo settore.

Come già esistono tanti corsi per ampliare le proprie soft skills, anche le competenze digitali sono essenziali per il benessere professionale e personale. Vivere in un mondo all’avanguardia è possibile solo con persone che vivono seguendo i canoni attuali della tecnologia e dell’innovazione. Si tratta, sotto un certo punto di vista, di una “rivoluzione digitale”. Il mondo cambia alla velocità della luce, tecnologie che prima sembravano inutili, adesso sono fondamentali. Lavori che prima erano fondamentali adesso non esistono più. L’uomo ha il compito di adeguarsi a tali misure, puntando all’innovazione e al miglioramento delle proprie competenze.

Etichette

ARTICOLI CORRELATI