Erasmus Pro per lavoratori e giovani imprenditori

News-Sito_erasmus_pro

Sono tantissimi i giovani che negli ultimi anni hanno deciso di prendere parte al programma Erasmus Plus, uno dei programmi dell’Unione Europea. Negli anni, la mobilitò transnazionale ha avuto un successo, forse, non atteso in questi termini e numeri. Ogni giovane studente, universitario, docente, personale ATA ha avuto la possibilità di apprendere e capire nuovi modi di studiare, insegnare. Non c’è ancora una statista precisa ma sono moltissimi i giovani italiani ed europei che hanno fatto l’esperienza Erasmus, da studenti prima di tutto e successivamente come lavoratori.

Visto il successo, i nuovi bandi Erasmus 2018 hanno deciso di ampliare la propria offerta anche allo sport, imprenditori e lavoratori. Infatti, secondo le ultime novità la formazione non è più riservata solo agli studenti ma è anche per i lavoratori. Come? Vediamo di capirlo in questo articolo.

 

Il programma Erasmus per lavoratori

A poter accedere alla mobilità transnazionale posso essere tutti quei lavoratori che fanno parte di organizzazioni attive nell’ambito dell’educazione degli adulti. Si tratta dunque di docenti, personale ATA, presidi di scuole che vogliono formarsi su nuovi modelli di insegnamento. In questi termini in Italia e in Euorpa questo tipo di formazione viene intesa come opportunità di crescita personale e professionale, mettendosi alla prova in una dimensione internazionale.

 

Chi può presentare domanda Erasmus Pro

Possono presentare domanda di mobilità:

  • Organizzazioni attive nel settore dell’educazione, istruzione, formazione;
  • Consorzio.

Il progetto di mobilità può variare da 6 mesi a un anno, quando si presenta domanda è importante specificare i luoghi della mobilità, gli sponsor e soprattutto, l’obiettivo della richiesta. Un consiglio sul progetto da presentare è di formularlo in base a tre attività fondamentali, quali: le attività di insegnamento che si voglio svolgere durante il periodo di mobilità, eventi per poter pubblicizzare la mobilità e il Job-shadowingCi sono, comunque, delle linee guida da seguire per la stesura dei progetti di mobilità. Alcuni si affidano anche a terzi per la stesura e la revisione del progetto.

 

Come fare l’iscrizione alla piattaforma Indire

Per iscriversi e presentare il proprio progetto di mobilità è necessario chiedere le informazioni specifiche e necessarie all’Agenzia Nazionale Erasmus+ e iscriversi alla piattaforma Erasmus Plus Indire.

Etichette

ARTICOLI CORRELATI