Conto Formazione Fondirigenti

Fondirigenti_articolo

Fondirigenti è il Fondo Interprofessionale ideato per finanziare la formazione continua di dirigenti e quadri, affinché il management sia sempre pronto e altamente qualificato a rispondere alle sfide quotidiane di ciascuna azienda.

Sappiamo anche che le imprese sono sempre più coscienti che investire in capitale umano è importante per aumentare la propria competitività e, di conseguenza, il proprio reddito. Ciò che occorre approfondire è come avviene il processo formativo, sfruttando al meglio gli strumenti Fondirigenti.

Tra i più importanti e rilevanti, troviamo il Conto Formazione, utile alle imprese aderenti al Fondo Interprofessionale per utilizzare in maniera efficiente, rapida e innovativa le risorse accantonate. Vediamo cos’è e come le imprese possono accedervi.

 

Cos’è il Conto Formazione Fondirigenti

Il Conto Formazione Fondirigenti è uno strumento che consente a tutte le imprese aderenti al Fondo Interprofessionale di utilizzare le risorse economiche generate dall’accantonamento dello 0,30% del monte salari destinato all’Inps per la formazione aziendale di quadri e dirigenti d’azienda.

Chiariamo subito che di tratta di un conto individuale aziendale a disposizione di ciascuna impresa.

Tutte le imprese devono destinare lo 0,30% del monte salari di quadri e dirigenti all’Inps, ma possono decidere di riservare almeno il 70% di quell’importo a Fondirigenti. Dal 2015, l’ impresa può volontariamente decidere di devolvere a Fondirigenti l’80%; in questo caso, però, occorre fornire una dichiarazione scritta per avviare la procedura di accantonamento di una percentuale superiore al minimo raccomandato, viceversa, rimane tutto invariato. Questa opzione è revocabile in ogni momento da parte dell’azienda stessa.

 

COME GESTIRE L’ACCANTONAMENTO

Le risorse derivanti dalla percentuale accantonata confluiscono nel Conto Formazione e sono a disposizione dell’azienda, che può utilizzarle per formare e aggiornare i propri manager attraverso percorsi formativi da attivare tramite Enti accreditati presso Fondirigenti.

L’azienda può decidere anche di utilizzare fino ai due terzi delle risorse economiche a sua disposizione nel Conto Formazione per finanziare ciascun Piano Formativo e lasciare il restante terzo per coprire le spese dei manager che partecipano alle attività di formazione.

Se l’impresa non utilizza le risorse entro un certo periodo di tempo, di norma due anni, queste passano al Conto di Sistema, ovvero la base da cui vengono attinti i fondi per finanziare in parte gli Avvisi Fondirigenti, altro strumento a cui le imprese possono accedere per formare i propri manager.

Per verificare la disponibilità economica, è sufficiente registrarsi e accedere all’area riservata del sito di Fondirigenti e consultare il proprio Conto.

 

COS’È UN PIANO FORMATIVO

Per poter accedere ai fondi, l’impresa, in concerto con le parti sociali deve elaborare dei Piani Formativi da presentare a Fondirigenti, affinché possano essere approvati ed eseguiti per il tramite degli Enti preposti.

I tempi e le modalità della formazione possono essere decisi in maniera autonoma dall’impresa, secondo ciò che ritiene più opportuno.

Etichette

ARTICOLI CORRELATI