Guida CV: dove inserire interessi, hobby e tempo libero

GuidaCV_Sport_Arte

Quanto sono importanti gli hobby, interessi personali, competenze artistiche e sport all’interno di un curriculum vitae? In questa nuova Guida CV cercheremo di darvi delle indicazioni generiche su cosa e come parlare di interessi, hobby e tempo libero all’interno del curriculum vitae per sottoporlo all’attenzione delle aziende per le quali desiderate candidarvi.

Sicuramente per candidarvi ad una qualsiasi posizione di lavoro, il CV è il vostro biglietto da visita, ciò che vi rappresenta e vi introduce alle aziende, che ancora non vi conoscono e devono farsi un’idea di voi per decidere se contattarvi o meno per un colloquio.

 

Interessi, hobby e tempo libero: cosa scrivere

All’interno di un curriculum vitae esistono varie sezioni dove poter parlare di voi e dei vostri interessi extra professionali. Dalle passioni, allo sport che praticate alle competenze artistiche che avete. Sicuramente la sezione hobby, così come la sezione competenze artistiche, sono posizionate quasi alla fine del curriculum vitae, non solo per importanza, anche perché delineano il vostro carattere e la personalità. Quindi, leggere quali sono i tuoi hobby può servire al selezionatore per capire qualcosa in più su di te e tracciare il tuo profilo.

Se state compilando un curriculum vitae personalizzato sarete voi a decidere dove posizionare questa sezione. Ad ogni modo, è importante sapere che anche queste competenze non vengono trascurate dai recruiter.

 

Sport e volontariato

Per esempio, se sei un appassionato di calcio e stai cercando lavoro in una redazione giornalistica sportiva, sicuramente scrivere del tuo hobby nel curriculum non potrà che esserti d’aiuto. Inoltre, praticare uno sport come il calcio o il basket può voler dire che sei capace di lavorare in team. Giocare a tennis o nuotare a livello agonistico può denotare un carattere determinato e uno spirito più individualistico.

Partecipare ad attività di volontariato può far considerare un candidato affidabile e attento alle esigenze altrui. Leggere molto, così come andare al cinema, frequentare mostre e convegni, suggerisce vivacità intellettuale del candidato.

Seguendo questa linea non potrà che aiutare alla selezione, inserire gli sport praticati, gli interessi per la lettura, il cinema, la scrittura, i viaggi, le attività di volontariato.

 

Capacità e competenze artistiche

Per quanto riguarda le capacità e competenze artistiche vanno indicate le esperienze maturate in questo campo (ad esempio, la frequenza a corsi di teatro, musica, pittura, o anche la capacità di suonare uno strumento, ecc.) e tutto ciò che si ritiene possa concorrere a tracciare un quadro esauriente delle proprie capacità personali (ad esempio, capacità di recitare, di realizzare un videotape, ecc.).

Inoltre, c’è anche un’ultima sezione del curriculum. Cosa scrivere alla fine? Nella sezione Ulteriori informazioni possono essere indicate altre informazioni ritenute utili a sostegno della candidatura, che possono variare. Ad esempio: pubblicazioni o lavori di ricerca, appartenenza ad albi o associazioni, eventuali referenze, ecc.

 

CV Europass: spazio agli hobbies

Un curriculum vitae in formato europeo ha delle strutture predefinite che vi permetteranno di presentare le vostre qualifiche, attitudini e competenze in modo logico:

  • informazioni personali;
  • descrizione dell’esperienza professionale;
  • descrizione del vostro percorso educativo e formativo;
  • descrizione dettagliata delle vostre capacità e competenze, acquisite nel corso del percorso
    formativo, della carriera professionale o della vita quotidiana.

In questo caso, è bene rispettate la strutture del modello Europass.

Etichette

ARTICOLI CORRELATI