Guida CV: cosa sono le soft skills e come inserirle nel Curriculum vitae

Soft_skills_curriculum

Siete alla ricerca di un nuovo lavoro ma non siete sicuri di mandare il vostro curriculum? In questa nuova Guida CV elencheremo alcune delle caratteristiche più importanti, per la creazione di un cv adatto ad ogni esigenza e professione.

La cosa migliore da fare è quella di studiare il modo migliore per presentarsi, capire quali sono le soft skills che vi contraddistinguono e, successivamente, passare alla realizzazione del curriculum vitae.

Sul web, inoltre, è disponibile una versione di curriculum vitae in formato europeo molto facile da compilare, dovrete solo aggiungere tutti i dati anagrafici, esperienze lavorative passate e caratteristiche. Per reperire un modello e/o un fac simile di curriculum vitae già compilato (per quanto riguarda le sue sezioni più importanti), scritto magari in varie lingue differenti, è possibile consultare il sito di Europass Europa.

 

Soft skills: cosa sono

Cosa sono le Soft Skills? Le competenze trasversali, o soft skill, rappresentano abilità di carattere generale che una persona deve possedere per poter gestire in maniera autonoma ed efficace diverse situazioni personali e lavorative.

Infatti, quando si parla di competenze trasversali, spesso si fa riferimento alle “skill” di cui è necessario dotarsi per affrontare un mercato del lavoro sempre più globale e interdipendente nel quale compaiono ogni giorno nuove posizioni lavorative, compiti sempre più variegati e complessi e orari di lavoro sempre più flessibili.

In realtà, parlare di soft skills vuol dire molto di più. Le competenze trasversali non sono importanti solo in ambito professionale, piuttosto rappresentano un aspetto fondamentale del processo di costruzione del sé e dello sviluppo di comportamenti e atteggiamenti che consentono di affrontare problemi, pressioni e stress della vita quotidiana. Naturalmente, tutto questo conduce alla realizzazione delle proprie aspirazioni e, nello specifico, consente agli individui che le possiedono di raggiungere il successo.

Come migliorare le soft skills?

Ognuno di noi, durante un colloquio di lavoro viene valutato in base alle skills che ha o che ha acquisito tramite corsi di formazione mirati. E’ bene sapere che, solitamente e dipende sempre dalla posizione lavorativa, un datore di lavoro cerca determinati tipi di caratteristiche, quali:

  • Flessibilità
  • Problem solving
  • Capacità e propensione al lavoro di gruppo 
  • Motivazione
  • Creatività
  • Gestione del tempo 

Tutte queste caratteristiche possono essere limate, o innate, e possono essere vincenti ad un eventuale colloquio di lavoro. Inoltre, queste caratteristiche possono essere inserite anche all’interno di un curriculum vitae o lettera motivazionale.

 

Le soft skills nella lettera motivazionale

Scrivere una buona lettera motivazionale è utile per candidarsi ad un colloquio di lavoro. Solitamente, la lettera motivazionale, all’interno di un CV, è richiesta specialmente all’estero. In Italia, solo negli ultimi anni, la lettera viene richiesta. Sicuramente possederla sul proprio curriculum, è qualcosa in più. In base a che lavoro scegliete di fare, o a quale colloquio vi siete candidati, è necessario scrivere una lettera motivazionale ad hoc.

La lettera di presentazione precede il curriculum. Dovrà essere breve e incisiva, toccare i punti più salienti della vostra esperienza professionale e personale, al punto da “attirare” l’attenzione di chi si trova a leggere per la prima volta il vostro CV. E’ necessario mettere in risalto tutte le soft skills, le abilità acquisite, titoli di studio, esperienze Erasmus, o di lavoro all’estero, esponendoli nel modo migliore.

dati che non bisogna dimenticare in una buona lettera sono:

  • i dati del mittente (nome, cognome, numero di telefono e indirizzo mail);
  • i dati del destinatario (possibilmente nome e cognome, per indirizzarla ad una persona precisa);
  • il luogo e la data (la lettera deve essere aggiornata, non bisogna dare l’impressione di avere inviato un documento datato o lasciato al caso, con testi standard);
  • il consenso al trattamento dei dati personali aggiornato (con riferimento al d.lgs. 196/2003: deve essere segnalato soprattutto nel Curriculum Vitae, ma indicarlo nella lettera è segno di completezza).

Come compilare la sezione Soft Skills del CV Europass

Una volta scelto il modello di curriculum vitae, sarà lo stesso sito ad indicarvi passo passo quali sono le informazioni necessarie. Iniziamo da un’informazione fondamentale per una guida CV completa: il CV Europeo, altrimenti detto Europass, è diviso in sezioni, standardizzato proprio per creare uno stile uniforme e riconoscibile.

Nello specifico, le sezioni del CV Europeo sono:

  • Informazioni personali (più foto)
  • Aspirazioni/Occupazione desiderata
  • Esperienze lavorative
  • Educazione e formazione (studi compiuti)
  • Capacità personali (conoscenza delle lingue straniere, capacità organizzative, relazionali, conoscenze digitali)
  • Altre competenze
  • Patente di guida
  • Ulteriori informazioni
  • Allegati

Notate che nella redazione del modello, le esperienze professionali sono inserite prima degli studi compiuti, proprio per dargli maggiore risalto. Capacità personali e altre competenze, sono invece le due sezioni dedicate alle competenze trasversali, di tipo personale e professionale. Qui potrete elencare tutte le vostre soft skills e valutare di inserire i corsi di formazione per lo sviluppo delle soft skills che avete seguito.

Non tutte le informazioni sono necessarie, occorre distinguere tra quelle che contribuiscono ad arricchire il cv e altre che invece sarebbe meglio evitare di menzionare.

 

 

Etichette

ARTICOLI CORRELATI