Lavorare come OSS in Svizzera

News-Sito_lavorareOSS

Vivere e lavorare in Svizzera è il desiderio di molti italiani. Tra le innumerevoli possibilità occupazionali, prenderemo qui in esame le professioni sanitarie, mostrando i passaggi necessari per lavorare come OSS in Svizzera.

Lavoro OSS, in cosa consiste

L’operatore socio-sanitario, acronimo di OSS, è una professione che rientra nel comparto sociosanitario e fornisce un supporto infermieristico nell’assistenza di base, su differenti tipologie di attività. Tra i principali compiti dell’OSS vi sono: aiuto ai pazienti non autosufficienti nelle attività di vita quotidiane, piccole medicazioni, rilevazione dei parametri vitali, attività semplici di supporto diagnostico e terapeutico, trasporto del materiale biologico, attuazione interventi di primo soccorso, attività di sterilizzazione, svolgimento di pratiche burocratiche.

In Italia per diventare OSS è necessario frequentare un apposito corso riconosciuto dalla Regione al termine del quale, superato l’esame finale, viene rilasciato un attestato di qualifica. Il percorso formativo dell’operatore socio sanitario solitamente dura circa un anno per un totale complessivo di mille ore, metà delle quali destinate al tirocinio presso strutture socio sanitarie.

A tal proposito segnaliamo che da poco è stato riaperto il Concorso OSS Puglia per reclutare OSS nelle Asl e negli Enti sanitari regionali e sono previste 2445 assunzioni tramite concorsi.

La retribuzione di un OSS può variare a seconda dell’impiego, lo stipendio OSS nel settore pubblico ammonta a circa 1.400 euro.

Professioni sanitarie in Svizzera e procedura di equiparazione

In Svizzera ci sono professioni regolamentate e professioni non regolamentate. Questa distinzione è fondamentale per il riconoscimento delle qualifiche estere. A seconda della professione, i permessi per lavorare in Svizzera sono concessi da un’autorità nazionale o cantonale.

Ovviamente le professioni sanitarie rientrano tra quelle regolamentate e chiunque volesse informazioni più dettagliate in merito può reperirle sul sito della SEFRI (Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione). Per quanto concerne le professioni sanitarie e l’eventuale riconoscimento di titoli esteri, l’autorità competente è la CRS (Croce Rossa Svizzera). Il riconoscimento della CRS garantisce che il possessore di un diploma conseguito all’estero ha ricevuto una formazione equiparabile a quella elvetica e può accedere alle relative professioni godendo della stessa retribuzione di coloro che si sono formati in Svizzera.

Come diventare OSS in Svizzera

Cosa deve fare chi ha seguito un corso OSS in Italia e volesse lavorare in Svizzera? Senza dubbio la Svizzera, per tutta una serie di ragioni, è vista da molti italiani come una meta gradita per vivere e lavorare, soprattutto in Canton Ticino dove si è agevolati da un punto di vista linguistico dato che si parla anche in italiano.

La qualifica di OSS conseguita in Italia però non è valida in Svizzera o meglio, lo è solo parzialmente perché il corso OSS in Svizzera ha una durata di ben 3 anni e di conseguenza le mansioni dell’OSS elvetico sono molto più ampie rispetto a quelle previste per l’OSS italiano. Può ad esempio posare e rimuovere un catetere vescicale trans uretrale, calcolare il bilancio idrico, rimuovere i punti di sutura e può addirittura calcolare i tempi di infusione e regolare le pompe per infusione.

Ad ogni modo, come indicato in precedenza, si può seguire la procedura per ottenere l’equivalenza. Per essere completamente equiparati è necessario integrare la formazione italiana con ulteriori 2 anni di corso.

ARTICOLI CORRELATI