Matilda Raffa Cuomo nuovo Presidente Onorario di Fortis

Matilda Raffa Cuomo

Matilda Raffa Cuomo è stata ufficialmente nominata Presidente Onorario dell’Associazione Fortis.

A seguito dell’accordo siglato tra Formementis, Fortis, Associazione non-profit per il Territorio e l’Impegno Sociale, e Mentoring USA/Italia Onlus, Matilda Raffa Cuomo ha assunto un ruolo di rilievo all’interno della compagine associativa di Fortis.

In qualità di Presidente Onorario, la Sig.ra Cuomo si fa portavoce degli scopi e delle finalità dell’Associazione, in particolar modo in un’ottica di promozione e diffusione della cultura e della conoscenza in ambito nazionale e internazionale.

È doveroso, a questo punto, un breve approfondimento su questo illustre personaggio e sul modello di mentoring da lei fondato.

Chi è Matilda Raffa Cuomo

Matilda Raffa Cuomo è la madre di Andrew Cuomo, attuale governatore dello Stato di New York. Il suo curriculum, però, non si ferma al noto legame parentale, ma si estende ad una serie di attività, perlopiù benefiche, alle quali si dedica con passione e tenacia da diversi anni.

La più famosa è Mentoring USA/Italia, presieduta da Sergio Cuomo, ma di cui lei è fondatrice e presidente onorario.

Sebbene lei sia nata a Brooklyn, New York, la famiglia di Matilda Raffa Cuomo è di origini italiane, la madre, infatti, è nata a Merì, in provincia di Messina, mentre il padre in Pennsylvania. Si è laureata in Scienze dell’educazione, è diventata insegnante e da oltre cinquant’anni è sposata con Mario Cuomo, da cui ha avuto 5 figli.

Se da un lato, la vita di Matilda Raffa Cuomo è sempre stata impregnata di politica, dall’altro non ha mai trascurato le attività benefiche rivolte al mondo scolastico.

È stata first lady dello Stato di New York per 12 anni e nel frattempo si è impegnata molto per promuovere la salute e il benessere dei bambini e delle famiglie.

Tra le attività più importanti di cui si è fatta promotrice, troviamo la Decade del Bambino e la task force dei cittadini dello Stato di New York per la prevenzione degli abusi e dell’abbandono dei bambini.

In tutti gli anni di attività, la Sig.ra Cuomo non ha mai trascurato la partnership tra USA e Italia; il programma “Due Case, una Tradizione”, concepito negli anni in cui il marito era governatore dello Stato di New York, ha contribuito molto alla promozione e alla cooperazione nei settori dell’economia, della scienza, della tecnologia, della salute e dell’educazione, rafforzando i legami tra i due Paesi e l’interscambio tra i cittadini.
Ultima delle iniziative messe in campo da Matilda Raffa Cuomo è proprio l’Associazione Mentoring USA/Italia, che si preoccupa di attuare il modello mentoring.

Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Il modello Mentoring: significato e finalità

Il modello Mentoring ideato per la prima volta negli Usa proprio da Matilda Raffa Cuomo viene portato avanti dall’Associazione Mentoring USA/Italia, un’organizzazione non-profit la cui missione principale è l’implementazione dell’educazione per contrastare l’abbandono scolastico causato da episodi di bullismo, violenza, microcriminalità, droga e altri spiacevoli circostanze.

Il mentoring è, nello specifico, una metodologia di formazione che fa riferimento a una relazione formale o informale one-to-one, tra un mentor (soggetto con più esperienza) e un mentee (soggetto con meno esperienza) al fine di far sviluppare a quest’ultimo competenze in ambito formativo, lavorativo e sociale e di sviluppare autostima, a livello educativo-scolastico, per un reinserimento sociale.

Il modello si attua attraverso la costruzione di un percorso di apprendimento guidato, nel medio-lungo termine, in cui il mentor offre volontariamente sapere e competenze acquisite e le condivide sotto forma di insegnamento e trasmissione di esperienza, per favorire la crescita personale e professionale del mentee, oltre ad incentivare lo sviluppo di una personalità forte e vincente.

Matilda Raffa Cuomo ha individuato le potenzialità del programma mentoring e ha avviato, nel 1987, il “NYSMP” – New York State Mentoring Program, diventato poi quello che oggi conosciamo.

Le difficoltà sono tante, così come il dispendio di energie, risorse e tempo, soprattutto perché tutti i Mentor sono volontari che hanno a cuore le esigenze dei ragazzi; tuttavia, il numero crescente di storie di successo di Mentore e Mentee incoraggia a continuare in questa direzione.

Da qui, la partnership con Associazione Fortis per la promozione del programma su base territoriale per attuare le finalità comuni. Grazie alla collaborazione con Associazione Fortis, il modello mentoring verrà implementato anche sul versante del lavoro, dell’orientamento alle professioni e della formazione alle competenze fondamentali nel mondo delle lavoro, in estrema sintesi, si preoccuperà dello sviluppo delle cosiddette soft skill.

Etichette

ARTICOLI CORRELATI