Lavoro USA: opportunità e Visto per trasferirsi in America

Lavorare-America

Avete il sogno americano nel cassetto e volte cambiare vita in modo da trasferirsi in America?

Il lavoro negli USA è in continuo movimento, così come il tenore di vita. Le opportunità professionali, i documenti necessari, il tenore di vita, cercheremo di dare consigli pratici e utili per gli italiani all’estero o per chi intende trasferirsi in America. Possiamo prima di tutto pensare di iniziare la nuova vita targata usa partendo con un semplice visto studente o di scambio culturale. Altrimenti esistono specifici visti per intraprendere il lavoro in America.

Il Visto di lavoro USA

Il sogno Americano è alle porte. Comprate il biglietto aereo e partite. Ma prima ci sono alcune cose da verificare. Prima di tutto il curriculum vitae e la giusta lettera di presentazione molto richiesti dalle attività americane. Secondo fattore, ma assolutamente non per importanza, è il visto. Il visto negli u.s.a è fondamentale per poter avere un contratto di lavoro, permanente o temporaneo. Per poter lavorare negli USA bisogna per forza avere un visto. 

 

Visto per lavoro temporaneo

La legge americana sull’Immigrazione prevede alcune categorie di visti di non immigrazione per le persone che desiderano lavorare per un periodo temporaneo negli Stati Uniti. Per poter richiedere un visto per non immigranti finalizzato al lavoro temporaneo bisogna mantenere la propria residenza nella nazione di provenienza e non trasferirsi quindi stabilmente negli USA.

Visto Studenti USA o di scambio culturale

Sono previste due categorie di visti di non immigrazione per partecipanti a programmi di scambio-visita in U.S.A.

J – programma di scambio culturale promosso dal Dipartimento di Stato americano per incoraggiare l’interscambio fra persone con particolari capacità e conoscenze delle arti, delle scienze e dell’istruzione. Sono inclusi studenti, tirocinanti, insegnanti, professori, ricercatori, studenti di corsi professionali nel settore medico e paramedico e visitatori internazionali. Il visto J consente di accettare un impiego solo se previsto nel programma di scambio (tirocinio, ricerca, insegnamento, ragazza alla pari).
Q – programma di scambi culturali internazionali promosso dal BCSI. Il visto Q consente di esercitare un lavoro retribuito presso l’ente o presso l’azienda ospitante.

Le richieste di visto di categoria E devono essere inviate o recapitate esclusivamente alla Sezione Consolare dell’Ambasciata di Roma.

Visto Categoria I, C1/D

Visti categoria I di non immigrazione sono riservati ad addetti stampa o dipendenti radio e cinema.
Visti categoria C1/D di non immigrazione sono riservati a membri di equipaggi di nave o aereo.

Documenti da presentare per la richiesta di visto categoria I, C1/D

– Ricevuta di pagamento della tariffa consolare presso banca BNL;
– Modulo di richiesta visto DS-160;
– Passaporto valido;
– Una foto tessera;
– contratto di lavoro per visto categoria C1/D;
– presentazione e delega del datore di lavoro alla persona da inviare in U.S.A. per visto categoria I.

 

Visto per lavoro a tempo indeterminato

Le norme legate all’ottenimento del Permesso di Soggiorno (Green Card) per chi vuole stabilirsi definitivamente sul territorio statunitense sono ancor più complesse rispetto a quelle riguardanti i visti temporanei.
Con la Green Card è possibile accedere ai servizi di sanità ed istruzione, ma non si ottiene la cittadinanza americana. I “residenti permanenti” (coloro che hanno acquisito il diritto di cittadinanza grazie alla Green Card) non hanno diritto di voto, di essere eletti a cariche istituzionali, ma devono pagare le tasse come tutti i cittadini americani. Per ogni Stato esiste una quota massima di Green Card disponibili.

La legge americana prevede che chiunque, anche se non cittadino o residente, possa aprire un’attività negli Stati Uniti, e che dopo un anno dall’apertura possa richiedere il visto L1 per trasferirsi e lavorare in loco. Le regole per registrare il proprio business e ottenere le licenze e i permessi necessari variano da stato a stato, così come le possibilità per ricevere finanziamenti o prestiti.

 

Opportunità di lavoro negli USA

Come trovare lavoro negli Stati Uniti una volta ottenuto il visto? Le offerte di lavoro all’estero sono varie e disparate. L’America offre un ventaglio molto ampio di offerte professionali, alcune anche copiate nel resto del mondo, come la figura del headhunter.

Una volta appresa la lingua, un italiano che decide di trasferirsi in america e lavorare negli usa può anche scegliere di insegnare la propria lingua. Ci possono essere opportunità per lavori temporanei come nelle attività commerciali o in aziende. Per chi ama il giornalismo può avere opportunità anche nei maggiori quotidiani mondiali, magari anche iniziano con uno stage in America. Chi sceglie di trasferirsi in modo definitivo può crearsi un’attività commerciale dal nulla.

Le possibilità in America sono infinite perché è un paese in continuo movimento e mutamento, sicuramente gli stimoli non mancano. In America si può scegliere di lavorare nei grattacieli di New York oppure, scegliere una vita più tranquilla in altri paesi. Tra le varie opportunità richieste c’è anche la possibilità di lavorare in un ranch. E’ possibile farlo anche tramite programmi di scambio culturale temporaneo, quindi, imparare la lingua, lavorare in un ranch del Texas e apprendere una nuova cultura.

Lavorare all’estero è sicuro un’ottima opportunità da sfruttare sia per una crescita professionale che personale. Per allargare i propri orizzonti e riuscire ad avere il meglio da se stessi e dagli altri. Incrementare le opportunità sul proprio curriculum e far crescere nella giusta direzione la carriera.

 

Etichette

ARTICOLI CORRELATI