Il settore HR: come diventare uno specialista in Risorse Umane

come diventare hr specialist

Secondo il report di alcune note multinazionali e famosi portali per la ricerca del lavoro in Italia, le offerte di lavoro nel campo delle risorse umane si posizionano al secondo posto nella classifica delle professioni più gettonate nel 2017.

Al primo posto si confermano i lavori legati alla digitalizzazione e l’innovazione tecnologica, per i quali, come abbiamo visto in un precedente approfondimento, occorrono competenze informatiche, economiche e manageriali.

Ma come si diventa HR Specialist? Quali sono le competenze richieste per lavorare nelle risorse umane?

Dunque, se entrare a far parte del settore hr è il vostro obiettivo, allora continuate a leggere questa guida e vediamo insieme il percorso, le mansioni e le competenze necessarie per diventare responsabile delle risorse umane.

Cosa sono le Risorse Umane

Secondo una delle definizioni più semplici, le risorse umane sono il capitale che ogni azienda possiede in termini di professionalità e competenza del personale.

In un senso più ampio, le risorse umane sono i collaboratori che a vario titolo lavorano per l’azienda e rappresentano la chiave per lo sviluppo e la crescita dell’impresa, insieme ad altri elementi costitutivi (attrezzature, tecnologia, capitale finanziario).

Le competenze dei propri dipendenti sono il vantaggio competitivo necessario a ciascuna impresa per scalare le vette del successo; questo è il motivo principale per il quale è così importante curare la formazione dei propri collaboratori per migliorarne continuamente le prestazioni.

Lavorare nelle risorse umane, e in particolar modo come HR Specialist, significa proprio essere consapevoli che il capitale umano deve essere salvaguardato e adoperarsi per valorizzarlo in ogni circostanza.

Se è chiaro cosa si intende quando si parla di risorse umane, allora il prossimo passaggio non può che riguardare le competenze e le mansioni di chi deve occuparsi e preoccuparsi di gestire il personale e fare in modo che sia sempre competente e motivato.

Naturalmente, ci riferiamo alla figura dell’HR Specialist.

Competenze e mansioni di un HR Specialist

Abbiamo già visto che avere personale adeguatamente formato e motivato è uno degli elementi più importanti per raggiungere gli obiettivi dell’azienda.

L’HR Specialist è proprio colui che deve preoccuparsi di seguire ognuna delle risorse dal processo di selezione all’inserimento e per tutto il periodo di permanenza all’interno dell’azienda.

L’HR Specialist lavora, dunque, con due linee guida principali: da un lato, selezionare e valorizzare le risorse umane, dall’altro lato salvaguardare gli interessi di business dell’azienda e raggiungere gli obiettivi prefissati, sempre attraverso il coordinamento delle risorse umane.

Le mansioni principali che spettano ad un HR Specialist sono:

  • la definizione del numero di risorse umane necessarie a raggiungere determinati obiettivi di business dell’azienda e la determinazione delle competenze di ciascuno di queste;
  • lo screening dei curriculum vitae, l’organizzazione e la conduzione dei colloqui di lavoro;
  • l’assunzione del personale e la definizione delle politiche retributive;
  • la progettazione di piani di formazione e aggiornamento individuali o di gruppo, in base alle attività dell’azienda;
  • la gestione delle incombenze amministrative e contrattuali del personale;
  • l’implementazione di attività di tutoraggio per neoassunti;
  • il monitoraggio e la valutazione periodica del personale;
  • la gestione delle relazioni sindacali;
  • il coordinamento e il mantenimento delle relazioni tra i vari dipendenti;
  • la gestione degli eventuali licenziamenti.

Lavorare nell’area risorse umane significa lavorare in una delle aree più delicate dell’impresa, una sfera in cui gli interlocutori sono professionisti, tecnici, tirocinanti, persone, ciascuna con le proprie peculiarità.

Ecco perché, oltre al percorso formativo, per lavorare come HR Specialist occorrono competenze specifiche. Sicuramente è molto importante possedere capacità di problem solving, di mediazione e comunicazione, ma è altrettanto rilevante una forte empatia e una grande capacità di ascolto.

Queste sono, ovviamente, doti innate, ma che in ogni caso, un buon corso di formazione con base psicologica può trasmettere, senza dimenticare la conoscenza delle leggi principali che regolano i rapporti con il personale.

L’addetto alle Risorse Umane deve salvaguardare la qualità dei rapporti umani e mettere le persone che lavorano in un determinato contesto in condizioni di serenità e produttività.

Come diventare specialisti in risorse umane e lavorare nel settore HR

Solitamente, il percorso formativo che apre le maggiori possibilità di lavorare nelle risorse umane, anche come HR Specialist, è quello di stampo umanistico.

Se desiderate lavorare nelle risorse umane, è opportuno scegliere innanzitutto le facoltà di Psicologia, Sociologia e, più in generale, le facoltà umanistiche e successivamente iscriversi ad un Master in Risorse Umane per specializzarsi ulteriormente.
Non è sempre così. Moltissime figura di spicco nell’ambito delle risorse umane, infatti, dispongono di una formazione economico/giuridica, ciò che è importante è la specializzazione che può essere conseguita in seguito al percorso di laurea.

Insomma, lavorare nelle risorse umane è tutt’altro che facile, è una posizione strategica e, sia chiaro, non può assolutamente essere svolta con leggerezza o approssimazione.

ARTICOLI CORRELATI