Sicurezza sul lavoro in agricoltura: nuovo bando EBAN

News-Sito_EBAN,-prevenzione-sul-posto-di-lavoro

L’EBAN, acronimo di Ente Bilaterale Agricolo Nazionale ha pubblicato un nuovo bando per il finanziamento di progetti sulla prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro e destinato alle imprese agricole che applicano il CCNL Agricolo e presenti su tutto il territorio nazionale italiano.

Cos’è l’EBAN – Ente Bilaterale Agricolo Nazionale

L’Ente Bilaterale Agricolo Nazionale è stato costituito il 19 maggio 2011 dalle parti sociali firmatarie del “Contratto collettivo nazionale di lavoro per gli operai agricoli e florovivaisti”. Trai suoi scopi rientrano la promozione e la tutela della salute e sicurezza degli operai agricoli. Il bando EBAN ha appunto la finalità di finanziare lo svolgimento di attività formative obbligatorie nell’ambito della sicurezza sul lavoro.

Destinatari del bando EBAN

Possono essere destinatari dei progetti promossi dal bando:

  • dipendenti a tempo indeterminato;
  • dipendenti a tempo determinato;
  • apprendisti;
  • titolari delle imprese e coadiuvanti.

La formazione deve coinvolgere soggetti a cui si applica il citato Contratto collettivo nazionale di lavoro per gli operai agricoli e florovivaisti.

Progetti di sicurezza sul lavoro in agricoltura ammissibili 

I progetti ammessi a contributo possono avere le seguenti caratteristiche:

  • Aziendali – progetti che interessano un solo beneficiario – azienda singola;
  • Gruppi Aziendali/Contratto di rete – progetti che interessano aziende appartenenti allo stesso gruppo di impresa, ai sensi dell’articolo 2359 del codice civile, o aziende legate da un contratto di rete (relativamente ai dipendenti delle sole imprese agricole);
  • Territoriali – progetti che interessano più beneficiari che operano in uno stesso ambito geografico e/o amministrativo. Per questa tipologia di progetti è necessario che le attività siano gestite da un soggetto attuatore (Ente o Agenzia formativa con personalità giuridica) con le caratteristiche.

Alla presentazione del progetto dovrà essere prodotto lo specifico documento di abilitazione. Anche nel caso di presentazione dei progetti da parte di Enti o Agenzie formative, andrà prodotto lo specifico documento di abilitazione dei formatori coinvolti.

Come richiedere i finanziamenti

Le richieste di finanziamento devono essere inviate con posta elettronica certificata all’indirizzo enteeban@pec.it a partire dalle ore 9:00 del 16 luglio 2018 e fino alle ore 18:00 del 31 luglio 2018. Al messaggio di posta elettronica – con oggetto “Istanza di finanziamento Area 1 (ovvero 2 o 3, in base alla macro-area di riferimento)” – deve essere allegata esclusivamente la richiesta di contributo.

La restante documentazione (formulario di presentazione, accordo sindacale, documento di abilitazione del formatore, copia del documento di identità del referente) deve essere inviata in formato cartaceo, con raccomandata con ricevuta di ritorno, presso la sede di EBAN (Via Flavia 3 – 00187 Roma), entro le ore 18:00 del 14 settembre 2018.

ARTICOLI CORRELATI