Sintomi da stress da lavoro correlato? Ecco cosa fare

News-Sito_stress

Lo stress da lavoro correlato è una vera e propria malattia che può colpire il lavoratore che non vive in un ambiente di lavoro sereno, ha troppi incarichi rispetto alle possibilità della persona e, anche involontariamente, può incorrere in questo tipo di malattia. Lo stress lavoro-correlato non è, dunque, da tenere sotto gamba.

Ogni lavoratore potrebbe dire di essere “stressato” dal lavoro quotidiano. In realtà non è un frase come le tante. Esiste una normativa, ci sono dei sintomi e anche un risarcimento. Vediamo in questo articolo che cos’è e cosa prevede la legge.

 

Cosa dice la normativa sul rischio da stress lavoro-correlato

In Italia esiste la norma sullo stress lavoro correlato del 81/2008 che obbliga tutti i datori di lavoro a tenere sotto controllo i propri dipendenti, valutandone i rischi ed i sintomi, siccome lo stress da lavoro correlato, nello specifico, e sul posto di lavoro è al pari di qualsiasi altro rischio. Anche sul sito ufficiale dell’Inail è possibile trovare tutte le informazioni necessarie sull’argomento.

Lo stress da lavoro correlato non è da confondersi con il fenomeno di mobbing. Infatti, quando parliamo di mobbing sul lavoro intendiamo comportamenti aggressivi di natura psicofisica e verbale, esercitati da un gruppo o da singolo nei confronti di un lavoratore. In caso di stress da lavoro correlato non c’è un soggetto in particolare che esercita comportamenti aggressivi nei confronti di un collega, ma semplicemente di un carico eccessivo di compiti affidati ad un dipendente. Non tutti sono in grado di gestire le proprie emozioni, nel caso in cui si tratta di gestire più di una mansione alla volta, lo stress è sicuramente uno dei fattori di rischio primari.

 

Stress da lavoro correlato: la check list

Sicuramente una delle prime azioni è “allentare la presa”, fermarsi e riuscire a gestire con calma i lavori da portare al termine. Inoltre, negli anni, sono state introdotte anche delle check list per lo stress lavoro correlato, ovvero dei questionari o valutazioni per poter riconoscere il fenomeno all’interno di un’azienda o ufficio. All’interno di queste check list verranno verificate e valutate una serie di informazioni, come:

  • Esperienze personali.
  • Ambiente di lavoro.
  • Fattori di rischio.
  • Predisposizione di un dipendente allo stress.

Le check list, in realtà, servono alle aziende che puntano a prevenire questi tipi di fenomeni e tenere sotto controllo i dipendenti, soprattutto, la loro serenità.

 

Risarcimento per stress da lavoro correlato

Sì stiamo parlando di un eccesso lavorativo, di usura psico-fisica all’interno di un posto di lavoro, quindi, per legge c’è un risarcimento simile a quello per infortunio sul lavoro. Per quanto riguarda il risarcimento non è stabilita una cifra specifica che il lavoratore avrà dall’azienda o dallo stato. La somma da risarcire deve essere decisa da un giudice, in un aula del tribunale, a seconda dei danni che il lavoratore ha riportato nel tempo. Danni che, come già detto, potrebbero essere fisici a causa di un lavoro usurante e/o psichici a causa di uno stress maggiore e prolungato.

Etichette

ARTICOLI CORRELATI