Test psicoattitudinali e quiz per la selezione del personale

Test psicoattitudinali al lavoro

Non è insolito che le aziende per le quali desideriamo lavorare, oltre al colloquio di lavoro e alla valutazione del curriculum vitae, predispongano dei test psicoattitudinali per valutare le capacità dei candidati in diversi ambiti.

Vediamo insieme cosa sono e in cosa consistono i quiz più comunemente usati dalle HR durante la selezione di personale.

I test psicoattitudinali e i quiz di logica

I test psicoattitudinali hanno lo scopo di valutare le capacità e le attitudini dei candidati in vari ambiti: logica (ragionamento, matematica, spazio-temporale), comprensione verbale, competenze linguistiche e talvolta anche nozioni di cultura generale.

Solitamente, sulla base della posizione che deve essere occupata, l’azienda personalizza i test psicoattitudinali, ma generalmente tutti i test psicoattitudinali sono questionari a risposta multipla ai quali il candidato deve rispondere in un determinato tempo.

Sia che ci si candidi per una posizione lavorativa in un’azienda privata, sia che si debba affrontare un concorso pubblico, il test psicoattitudinale è una delle fasi di selezione da superare e che sempre più aziende decidono di implementare.

3 consigli per affrontare i test durante una selezione

Chiarito cosa sono e come sono strutturati i test psicoattitudinali, resta da capire come affrontarli nel modo giusto. Ecco dunque, 3 consigli per prepararsi ai quiz di logica, e più in generale ai test attitudinali al lavoro.

  1. Studiare su libri specifici. Esistono moltissimi testi studiati e realizzati appositamente per affrontare al meglio le prove psicoattitudinali e spesso sono diversi a seconda della tipologia di selezione che si deve affrontare, quindi, se dovete affrontare un test psicoattitudinale per lavorare in banca, allora vi converrà scegliere tra i testi che contengono le indicazioni su come affrontare questa tipologia di quiz e così via.
  2. Esercitarsi. Non solo sulle risposte, ma anche sul tempo. Solitamente, un test attitudinale è a tempo, quindi occorre essere sempre più veloci. L’esercizio è ciò che rende la mente più elastica e reattiva. Naturalmente, questo secondo consiglio è strettamente legato al primo, perché molti testi contengono anche simulazioni di quiz che potete sfruttare per esercitarvi. Online poi, troverete una serie di siti che vi consentono di simulare test psicoattitudinali a tempo.
  3. Pensa prima di rispondere e rispondi a tutte le domande. Quest’ultimo consiglio riguarda la fase di svolgimento del test. Anche se il tempo è relativamente limitato, prendetevi comunque quello che vi occorre per leggere attentamente le domande (la risposta, il più delle volte, è implicita nella domanda stessa) e rispondere. Nel caso di test psicologici con l’obiettivo di far emergere la personalità di ciascun candidato, fate attenzione alle domande tranello per scoprire se avete mentito alle precedenti risposte.

Come abbiamo già detto, esistono diversi test psicoattitudinali, ciascuno con proprie peculiarità, ma con l’obiettivo comune di selezionare personale adeguato e in linea con le richieste delle aziende.

Etichette

ARTICOLI CORRELATI